In Scena! “London Calling” 13 Novembre h. 21.00


Giovedì 13 Novembre ore 21.00

Teatro Vittoria
Via Gramsci 4, Torino

INGRESSO LIBERO E GRATUITO

 “London Calling”

Evento Facebook

inglese

Gavin Bryars
Allegrasco

James MacMillan
The Road to Ardtalla

Steve Martland
Kick

Graham Fitkin
Totti

Fiarì Ensemble

Alessandra Masoero flauto

Gianluca Calonghi clarinetto

Daniele Navone corno

Paolo Volta violino

Massimo Barrera violoncello

Eliana Grasso pianoforte

Riccardo Balbinutti percussioni

Marilena Solavagione, direttore

Il panorama musicale inglese degli ultimi trent’anni è solcato da figure di compositori che si sono interrogati in maniera incessante sul rapporto tra musica e società, riflettendo su come il compositore colto debba porsi nei confonti di un pubblico il più ampio possibile. Non a caso Gavin Bryars (di cui eseguiremo Allegrasco, nella versione per quartetto) fu uno dei promotori della ormai mitica Portsmouth Sinfonia, un progetto di esecuzione collettiva in cui chiunque poteva partecipare (sono facilmente reperibili su Youtube alcune delle performances più celebri di questa orchestra sui generis), a metà strada tra la dissacrazione dei classici e la ricerca timbrico-strumentale più istintiva.

In un solco ancora più politicamente radicale si colloca Steve Martland, che ha sempre inteso la contaminazione tra i generi un mezzo per agevolare la comunicazione artista-pubblico. La recente scomparsa accomuna Martland a Jonathan Harvey, forse il più “continentale” tra i compositori britannici recenti. A differenza dei colleghi, Harvey ha rappresentato una punta d’avanguardia nella ricerca sul suono attraverso le nuove tecnologie (ricordiamo il bellissimo Mortuos plango, vivos voco, senza dubbio uno dei più riusciti brani di musica elettronica di sempre, realizzato presso l’IRCAM di Parigi), risultando forse più accademico nella musica strumentale, come testimoniato da The riot per trio.

Lo scozzese James Macmillan ha trovato una via personale impiegando i canti popolari della sua terra d’origine accanto a suggestioni della musica sacra medioevale e rinascimentale, con esiti spesso opposti rispetto ai compositori più noti del minimalismo americano ed europeo. Il sestetto The road to Ardtalla è dedicato proprio all’omonima regione scozzese, territorio ai confini tra la terra e il mare, ricco di testimonianze del passato. Un lavoro espressamente scritto e dedicato al Fiarì Ensemble è Totti di Graham Fitkin, che vuole rendere omaggio alla rapidità e sagacia tattica (al netto di barzellette ed intemperanze disciplinari) del capitano della a.s. Roma calcio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>